Piazza_Dante_Poggiardo

Poggiardo

Antico borgo di origini trecentesche, Poggiardo si trova in provincia di Lecce, nel cosiddetto tacco d’Italia. Il nome deriva da Podium Arduum, cioè Poggio Arduo, in riferimento alla Serra di Poggiardo, abitato fin da tempi remoti. Una leggenda ne affida le origini a un bue. Si narra infatti che dopo il 1156, anno della distruzione di Bastae, oggi Vaste, i tre casali superstiti (Soranello, Puzze e Casicalvi) affidarono, proprio ad un bue, l’individuazione del luogo su cui costruire il nuovo abitato, oggi Poggiardo. Il borgo, successivamente dominato da diverse casate, conosce il periodo di maggior sviluppo economico e sociale sotto Giovanna I D’Angiò. Risale proprio alla fine del XIV secolo la costruzione delle mura e del castello a difesa degli attacchi saraceni. A partire dalla metà del 1400, il territorio viene affidato al controllo della famiglia feudataria Guarini, i quali, ultimi possessori fino al 1806, intrapresero vari lavori di fortificazione. Dopo il trasferimento a Poggiardo della sede vescovile nel 1573, il borgo fiorisce anche dal punto di vista artistico e architettonico.

5769

ABITANTI

ITALIA

LUOGO

77,2 

km²

Poggiardo

Poggiardo vanta un importante patrimonio storico, architettonico e naturalistico. Passeggiando nel centro storico, costellato di antiche case posizionate “a corte” e strette vie con un unico accesso dalla strada principale, non si può non rimanere affascinati dalle antiche dimore nobiliari e dai monumentali edifici religiosi. Di grande importanza anche il patrimonio naturale di Poggiardo. Qui la Serra rappresenta l’unico modesto rilievo della zona, coperta da fitti boschi “nereggianti”, pinete tra un mix di profumi di erbe aromatiche e piante tipiche della macchina mediterranea. A caratterizzare il territorio, scarseggiante di risorse idrografiche, le grotte carsiche, erosioni della roccia, in tempi antichi abitate, oggi ricche di stalattiti e stalagmiti.

Da non perdere la frazione di Vaste che ospita una vasta area archeologica di grande importanza, il Parco dei Guerrieri, dove sono conservati i resti di quella che si pensa essere stata la più importante città messapica.

Tra i gioielli la chiesetta rupestre di Santa Maria degli Angeli di Poggiardo, antichissima cripta risalente all’anno Mille, ricostruita in una struttura-museo ipogea per preservare dal degrado i suoi splendidi affreschi.

IMG_0817
IMG_0858
IMG_0909
IMG_0923

Sito web: www.poggiardo.net