Percorsi culturali tra passato e futuro: un’Archeologia per tutti, Prizzi – 3 dicembre 2022

Sabato 3 dicembre 2022, presso l’Aula Magna dell’Istituto I.I.S.S di Prizzi, a partire dalle ore 10.00, si terrà il convegno dal titolo “Percorsi culturali tra passato e futuro: un’Archeologia per tutti“, patrocinato dalla Direzione Generale Educazione, Ricerca e Istituti Culturali del Ministero della Cultura e organizzato dalla Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa.
L’evento intende promuovere una riflessione sul ruolo dell’archeologia nella percezione e costruzione dell’identità locale e, nel contempo, presentare il progetto “Missione Hippana. Un laboratorio di archeologia pubblica a Prizzi”, che si intende avviare nel 2023 grazie alla collaborazione virtuosa tra l’Itinerario, il Comune di Prizzi (PA), la Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Palermo, l’Associazione Nazionale Gruppi Archeologici d’Italia, l’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale (ISPC) del CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, le Università italiane di Milano e Urbino e le Università spagnole di Cadice, Jaén e Valencia.
  • La prima parte del Convegno approfondirà il tema dell’archeologia pubblica, disciplina che ha come obiettivo un coinvolgimento delle comunità locali nelle ricerche sul passato e nella valorizzazione del patrimonio culturale. Infatti, scoprire, recuperare e valorizzare un sito o un bene archeologico non significa soltanto far rivivere la memoria storica del nostro Paese. Interpretare ciò che resta del passato può stimolare la condivisione di culture e prospettive, assumere una funzione sociale vitale nel presente, a patto di confrontarsi con la comunità di riferimento, con il pubblico.
  • Nella seconda parte il Convegno approfondirà il tema della comunicazione dell’archeologia, declinata in vari settori, per arrivare a capire i benefici culturali, sociali ed economici che la comunicazione può produrre.
  • Infine, la giornata consentirà di comprendere come i vari team e gruppi di ricerca internazionali possano collaborare e interagire tra di loro per la valorizzazione del sito dell’antica Hippana, mettendo in atto un’operazione culturale complessa, un processo partecipativo di costruzione di conoscenza e identità, attraverso azioni di ricerca archeologica sul campo e di ricerca/azione volte a studiare il rapporto tra archeologia e pubblico, una comunicazione in grado di raggiungere vari tipi di pubblico e il coinvolgimento nell’attenzione verso il patrimonio culturale di persone molto diverse per fasce d’età e interessi.

L’evento potrà contare su un parterre di relatori, nazionali e internazionali, di alto valore scientifico.

Programma