Itinerario dei luoghi della memoria: saline, tonnare, torri e miniere di mare

Saline, Tonnare e Torri costiere in Sicilia e nel Mediterraneo da sempre sono riferimenti fondamentali per comprendere lo stretto rapporto tra uomo e mare ed il percorso proposto porta alla scoperta di alcuni di questi suggestivi luoghi della memoria disseminati in tutta la regione.
Ovunque si vada lungo le coste siciliane capiterà di imbattersi in uno di questi testimoni silenti del rapporto tra la Sicilia ed il mare, meravigliosi monumenti poco attenzionati e poco visibili perché fanno parte dell’atmosfera siciliana. Ne abbiamo selezionato alcuni tra le 119 torri di avvistamento, tra le oltre ottanta tonnare e le antiche saline, tesori da scoprire. Ovunque paesaggi mozzafiato.

1) PALERMO – Torre del Rotolo
La Torre di fra Giovanni o Torre del Ruotolo si trova sulla punta Rotolo, tra l’Addaura e Vergine Maria, sul Lungomare Cristoforo Colombo, in località Vergine Maria, borgata marinara di Palermo. Eretta per volere della real corte nei primi decenni del XV secolo, è una delle torri costiere di avvistamento di “corta distanza” insieme alla torre di Capo Zafferano, alla torre del Fico d’india, alla torre di Punta di Priola, alla torre della Tonnara di Vergine Maria e alla torre della Tonnara di Mondello.

2) FAVIGNANA – Ex Stabilimento Florio
Una visita all’ex Stabilimento Florio è indispensabile per coloro che vogliano vivere un viaggio nel florex-stabilimento-florioido passato della tonnara e di quello che rappresentò per lo sviluppo dell’isola di Favignana e della Sicilia. L’ex stabilimento Florio è un vero gioiello di archeologia industriale, dove sono custodite le attrezzature, le ancore e le barche della mattanza in quella che diventò una delle più fiorenti industrie di lavorazione conserviere del tonno. Ci raccontano anche l’epopea di una grande famiglia siciliana.
(www.regione.sicilia.it/bbccaa/soprintp)

3) MARSALA – Le saline della laguna
Le Saline della Laguna che si estendono nella zona della Riserva naturale orientata delle isoleimg_8128 dello Stagnone, costituiscono uno dei passaggi più originali ed affascinanti della terra siciliana, un territorio unico di fronte l’isola di Mothia. Da Trapani a Mozia è tutto un susseguirsi di vasche esempio dell’interazione tra uomo e natura. La densità del sale nell’acqua cambia il colore dei loro riflessi ed al tramonto è un tripudio di colori degno dei migliori fotografi del mondo.

4) VALDERICE – Tonnara di Bonagia
La Tonnara di Bonagia si affaccia su un minuscolo porticciolo che anticamente aveva la funzione di riparo per le barche da pesca. Inglobata negli edifici della tonnara vi è una torre di avvistamento, una tra le più belle della Sicilia. Si tratta di una costruzione a pianta quadrata che oggi ospita il Museo della Tonnara, dove sono conservati, assieme a reperti archeologici rinvenuti in mare, strumenti di lavoro e un modello raffigurante una tonnara con la riproduzione di reti per la cattura dei tonni e la camera della morte.
(www.turismo.trapani.it)

5) PORTO EMPEDOCLE – Torre di Carlo V
La Torre di Carlo V viene edificata nel 1554 a difesa del caricatore più importante dell’isola. La torre è stata a lungo adibita a carcere: nel 1848 fu teatro del massacro di 114 detenuti inermi,reso noto dal celebre scrittore empedoclino Andrea Camilleri nell’opera “La strage dimenticata”. Oggi è adibita a centro artistico-culturale. Porto Empedocle diede anche i natali a Luigi Pirandello, allora la città odierna era un quartiere di Agrigento. Dunque l’opportunità di collegarsi alla Strada degli Scrittori che porta a Santa Margherita Belìce, città del Gattopardo (Giuseppe Tomasi di Lampedusa), alla Racalmuto di Leonardo Sciascia. Ma dalla terrazza della Torre di Carlo V a Porto Empedocle si vede lontano.
(www.comune.portoempedocle.ag.it)

6) Località PUNTA SECCA – Torre Scalambri
La Torre Scalambri è una torre di difesa costiera e si trova nella località di Punta Secca, in provincia di Ragusa. Composta da tre piani, faceva parte del sistema difensivo di avvistamento di navi turche, saracene e barbaresche ed era in collegamento visivo con altre torri limitrofe: ad ovest, con la torre di Mezzo di Santa Croce Camerina e con la torre Vigliena di Punta Braccetto; ad est con la torre Cabrera di Marina di Ragusa. Non è molto diversa dalle altre torri disseminate lungo le coste siciliane, ma è diventato oggetto di visita grazie alla fiction del Commissario Montalbano, diventando per molti la Torre della casa di Montalbano.

7) MARZAMEMI – La Tonnara di Marzamemi
La Tonnara di Marzamemi, costruita nel XVI secolo, è una delle più antiche e importanti tonnare della Sicilia Orientale. Il borgo attuale è costituito dal Palazzo del Principe, dalla camperia (Loggia degli scieri), dalla Chiesa di San Francesco di Paola, dal vecchio stabilimento di lavorazione del tonno e da una cinquantina di case dei pescatori, il tutto raccolto attorno alla grande piazza Regina Margherita.
Location cinematografica, è situata in un’area veramente eccezionale ed affascinante. Qui il tempo si è fermato. Il paesaggio è particolare.
(www.tonnaradimarzamemi.it)

8) NOTO – Tonnara e Torre sveva di Vendicari
torre-sveva-vendicariNel contesto naturalistico della riserva di Vendicari si possono ammirare i resti di grande fascino dell’antica tonnara e della torre sveva, costruita per volere di Pietro d’Aragona, in prossimità della spiaggia. Ma Vendicari è uno dei siti d’eccellenza della Sicilia, sia dal unto di vista naturalistico che paesaggistico che culturale.
(www.riserva-vendicari.it)

9) ACIREALE – Garitta di Santa Tecla
Le prime notizie storiche del borgo di Santa Tecla risalgono al XIII secolo. A partire

torre-acireale
Photo: Rosario Vicino

dal XVI secolo a causa di alcune scorrerie di corsari turchi viene realizzata una garitta di guardia, a pianta quadrata con copertura a piramide sormontata da una sfera di basalto e quattro merli agli angoli, che ancora oggi si può ammirare in tutto il suo fascino. Questa location è stata scelta quale simbolo di una costa meravigliosa, un percorso inimitabile tra terra e mare. Un luogo da scoprire ed apprezzare.
(www.comune.acireale.ct.it)

10) MILAZZO – Museo della Tonnara e del Mare
Situato in piazza Caio Duilio il Museo rappresenta una preziosa testimonianza del passato di Milazzo arricchita dai profili dei “tonnaroti”, che negli ultimi decenni hanno partecipato al rituale della mattanza, e dalle pregevoli ed eleganti latte di tonno, risalenti anche al ventennio fascista. Milazzo è anche una porta per le Isole Eolie, un invito a visitare questa area tirrenica dalle mille risorse.
(www.comune.milazzo.me.it)

SHARE