Progetti

2017

Il progetto nasce con lo scopo di progettare e sviluppare azioni formative in grado di fornire delle competenze trasversali adeguate ed innovative per il conseguimento di un nuovo titolo professionale di “Tecnico dei servizi di Incoming specializzato in Turismo Sociale e Accessibile”, o altri in fase di definizione, come qualifica riconosciuta in ambito europeo (MEC).

Obiettivi generali:

  • delineare le competenze necessarie per svolgere la professione di esperto in Turismo Sociale in Europa;
  • ottenere il riconoscimento della qualifica e della professione da parte di Istituti Spagnoli e, se possibile, anche nei paesi partner di progetto;
  • predisporre il materiale necessario che possa essere utilizzato nei vari centri di formazione (manuali, materiale didattico etc … );
  • testare la validità della proposta attraverso corsi pilota organizzati nei paesi partner di progetto;
  • promuovere e diffondere il progetto attraverso i media ed i social network.

Obiettivi strategici (i soggetti interessati dovranno ricevere una formazione adeguata nei seguenti ambiti):

  • Responsabilità sociale delle imprese in tutti i vari aspetti, con particolare attenzione all’inserimento nel mondo del lavoro e all’integrazione nella comunità.
  • Solidarietà, soprattutto in merito agli aspetti dell’accessibilità economica, sociale e fisica in ambito turistico.
  • Sostenibilità, con particolare attenzione al coinvolgimento degli attori locali nella gestione delle risorse naturali e culturali nelle varie destinazioni.
  • Trasversalità finalizzata all’inclusione nella politiche generali e di sviluppo turistico.

L’obiettivo è quello di ottenere il riconoscimento della professione sia nelle nazioni coinvolte dal progetto, sia a livello europeo attraverso l’Europass.

Effetti conseguenti al progetto si possono considerare altre progettualità in corso di realizzazione all’interno della Rotta dei Fenici, in particolare le cosiddette “Smartways”, i “Centri di Interpretazione della Rotta dei Fenici”, gli eventi compresi nel programma annuale “Giornate del Mediterraneo Antico” ed altro.

Partner di progetto:

  • Università di Jaén (Spagna) – Laboratorio Itinerari Culturali
  • Adesper (Spagna) – Organizzazione per lo sviluppo sostenibile e la promozione del lavoro agricolo
  • OITS (Belgio) – Organizzazione Internazionale di Turismo Sociale
  • Associazione per lo sviluppo Siksali (Estonia)
  • La Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa

2010-2016

Progetto di Sviluppo Turistico Interregionale Legge 135/01 finanziato dalla Regione Siciliana

Nell’ambito del Progetto di Sviluppo Turistico Interregionale Legge 135/01 denominato “Itinerari nella Cultura, Storia, Tradizioni, Paesaggi del Mare e Miniere di Mare”, la Rotta dei Fenici ha realizzato le seguenti attività:

  • Individuazione di itinerari tematici riconducibili alla Rotta dei Fenici e volti ad un’azione di riscoperta del territorio siciliano e delle sue potenzialità turistiche inesplorate, grazie all’individuazione di luoghi di alto livello paesaggistico ed evocativo legati al mare e alle saline di mare il cui potenziale turistico si lega alle forme del turismo esperienziale e lento, ormai da diverso tempo nuova frontiera per i circuiti turistici nazionali ed internazionali.
  • Organizzazione, elaborazione dei relativi testi di comunicazione e valorizzazione culturale e turistica, di strategie di marketing in collaborazione con l’Assessorato Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana e l’Associazione Taormina Book Festival, partner di progetto.
  • Organizzazione di workshop e forum tematici specifici per categorie di stakeholders (portatori di interessi), in concomitanza con altre azioni di animazione previste a cura degli altri partner.
  • Redazione di contenuti per una campagna di stampa nazionale tramite i più accreditati mensili e magazine di turismo.

I 5 itinerari individuati dalla Rotta dei Fenici sono stati presentati e raccontati attraverso una prestigiosa rassegna di letteratura e musica denominata “Paesaggi di Mare”, che ha previsto 5 appuntamenti culturali con ospiti italiani e internazionali per presentare le tematiche di ciascun itinerario ed i legami con il territorio e la cultura della Sicilia, per creare momenti di riflessione su argomenti di attualità e rendere omaggio a luoghi emblematici che hanno ispirato tante pagine di letteratura. Tra gli ospiti citiamo: Tahar Ben Jelloun, Danilo Rea, Santo Piazzese, Gaetano Savatteri, Giovanni Brizzi, Matteo Collura, Vittorio Sgarbi, Dacia Maraini, Luis Sepulveda, Francesco Cafiso, Mariano Rigillo, Alberto Bilà, Francesco Buzzurro e tanti altri.

Segue il programma degli eventi:

16 Giugno 2016 – Palermo
Presentazione dell’Itinerario: Al Idrisi e il Libro di Ruggero. La Sicilia vista dal mare

1 Ottobre 2016 – Marsala
Presentazione dell’Itinerario: Fenici e Greci in Sicilia: paesaggi, atmosfere, culture.

5 Novembre 2016 – Siracusa
Presentazione dell’Itinerario: I luoghi della memoria. Saline, tonnare, torri di avvistamento

6 Novembre 2016 – Agrigento
Presentazione dell’Itinerario del Gusto e della Dieta Mediterranea

17 Novembre 2016 – Catania
Presentazione dell’Itinerario: Viaggio in Sicilia di Goethe ed il Grand Tour

Itinerari per la valorizzazione del turismo naturalistico

Il progetto finanziato dalla Regione Sicilia con risorse di cui al Progetto d’Eccellenza “Itinerari per la valorizzazione del turismo naturalistico” di cui alla L. 296/2006 art. 1 c. 1228, è nato con lo scopo di promuovere la progettazione e realizzazione di itinerari turistici, anche a carattere interregionale, dedicati al segmento naturalistico. L’obiettivo perseguito è stato di posizionare il territorio siciliano sul segmento del mercato turistico legato alla motivazione di viaggio “natura” nella specifica accezione di “natura e turismo attivo” connesse all’elemento marino, attraverso azioni mirate di specializzazione e diversificazione territoriale.

Obiettivi:

  • Incrementare il flusso dei visitatori nazionali ed internazionali per motivazioni di viaggio legate alla “natura” ed al mare e sostenere la destagionalizzazione;
  • sviluppare l’offerta turistica regionale ed interregionale destinata a tale target in una logica di prodotto specializzato, salvaguardando e valorizzando il patrimonio di rarità ed unicità dell’ambiente e del paesaggio di terra e subacqueo;
  • creare ed ampliare il sistema di rete dell’offerta turistica specializzata sui fabbisogni e sulle esigenze espresse dal segmento e dal target di riferimento;
  • concepire e realizzare proposte turistiche mirate e concretamente spendibili sul mercato come: itinerari subacquei, pescaturismo, charter nautico sostenibile e responsabile.

A tale scopo è stato stipulato un protocollo di intesa tra operatori turistici pubblici e privati che prevede anche la continuazione delle attività al termine del progetto.

Partner del progetto:

  • La Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa
  • GAL – Isole di Sicilia
  • Distretto Turistico “Selinunte, il Belìce, Sciacca Terme”
  • GAC “Il sole e l’azzurro tra Selinunte, Sciacca e Vigata”
  • OTIE – Osservatorio Turistico Isole Europee
  • CAST (Centro Studi Avanzati sul Turismo) – Università di Bologna. Campus di Rimini
  • Consorzio Pantelleria Island
  • Tour operator: Sicilvision
  • Tour operator: Findyouritaly
  • Comuni di Pantelleria, Ustica, Lipari, Malfa

Altri territori partecipanti
Comuni di: Barcellona Pozzo di Gotto, Castelvetrano, Favignana, Furnari, Giuliana, Mazzarrà Sant’Andrea, Montallegro, Pantelleria, Siculiana, Terme Vigliatore, Ustica.

Prodotti realizzati:

  • Website www.marenaturasicilia.it in collaborazione con CoopCulture
  • App multimediale “Mare, Natura, Sicilia” in collaborazione con il Laboratorio ArcheoFrame – Università IULM di Milano (Apple Store)

Progetto finanziato dalla Regione Sicilia con risorse di cui al Progetto d’Eccellenza “Culto e cultura – Itinerari di turismo religioso” di cui alla L. 296/2006 art. 1 c. 1228.

Attraverso il progetto finanziato dall’Assessorato Turismo della Regione Siciliana, allo scopo di promuovere e realizzare itinerari turistici dedicati al segmento culturale e religioso in Sicilia, la Rotta dei Fenici ha coordinato una serie di proposte diffuse in diversi territori siciliani, al fine di valorizzare i beni di interesse storico-religioso delle diverse culture e dei valori comuni.

In collaborazione con la società Itineraria e l’Associazione “Il Movimento Lento”, è stato mappato e georeferenziato un percorso ciclabile, da Erice Montagna Sacra ad Agrigento, seguendo itinerari nell’entroterra, sviluppati secondo forme di turismo lento (Scarica la App)

È stato inoltre realizzato un portale web dedicato al progetto (www.siciliasacra.net) grazie al quale è possibile compiere un viaggio nella religiosità e nella spiritualità in Sicilia, ricevere tutte le informazioni necessarie e scoprire le molteplici opportunità di fruizione legate a queste tre tematiche:

  • Luoghi della religiosità e della spiritualità di oggi : Santuari e tradizioni
  • Luoghi della religiosità e della spiritualità delle Antiche Civiltà Mediterranee
  • Il Cammino della Passione, riti della Settimana Santa

Sono stati inoltre individuate e selezionate lungo i percorsi oltre un centinaio di strutture di ospitalità ed accoglienza in grado di fornire i servizi necessari.

Partner di progetto:

  • La Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa
  • Associazione “Il Movimento Lento”
  • Comune di Castelvetrano
  • Comune di Bagheria
  • Comune di Leni
  • Distretto Turistico Selinunte, il Belìce e Sciacca terme
  • Associazione Turistica Pro loco Sciacca Terme
  • Freefly Tour sas
  • Associazione Turistico Alberghiera Ata Hypsas
  • Associazione c.s.r.t. Marettimo
  • Marrone Viaggi

Il progetto, promosso dalla Fondazione Pubblica El Legado Andalusì, cui hanno partecipato alcuni itinerari tra cui La Rotta dei Fenici, la Via Francigena e l’Itinerario dell’Albero di Ulivo, era denominato “Rete Europea per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile e femminile nel turismo culturale”, all’interno del Programma Euroempleo, finanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE) e dal Servizio di Collocamento della Andalusia (SAE) ed è nato con l’obiettivo di offrire ai giovani e alle donne che avevano perso un lavoro o che aspiravano a trovare un’occupazione la possibilità di prendere parte a sessioni formative per farsi un’idea della potenziale domanda di prodotti di questo tipo e di come si potesse riuscire a produrli.

Lo scopo primario è stato quello di consentire al target di riferimento di trovare nuove forme di occupazione nell’ ambito del turismo culturale. Sono stati organizzati corsi di formazione volti a migliorare la qualità dell’impiego e a combattere il precariato e la disoccupazione. All’interno del percorso formativo è stato trattato anche il tema del lavoro autonomo e femminile nel campo del turismo culturale e rurale, toccando l’artigianato, la ristorazione, il settore alberghiero, i servizi di guide turistiche e diversi tipi di aziende associate a questo settore. Sono state inoltre organizzate molteplici giornate di scambio di buone pratiche in aziende di settore. Gli itinerari coinvolti hanno contribuito presentando alcuni casi di studio specifici e partecipando, con una delegazione composta da operatrici culturali e turistiche provenienti dai territori dei rispettivi itinerari, all’evento finale dove hanno raccontato la loro esperienza.

Recent posts

Random article