Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa

Itinerari Culturali del Consiglio d’EuropaIl concetto di ‘itinerario culturale’ ormai da qualche anno si è aggiunto alla ampia serie di ‘generi’ di beni culturali e tra tutti i beni culturali un itinerario è certo il più complesso sia come individuazione e riconoscimento del bene sia come progettazione e gestione. Inoltre un itinerario culturale si collega più di ogni altro al paesaggio che è a sua volta un bene culturale articolato e che comprende una serie di altri beni culturali. Connesso all’idea di ‘itinerario’ c’è quello di strada, di via, di movimento. Il primo modello di itinerario culturale è quello che segue le tracce di un antico cammino, di una strada storica che nei secoli ha mantenuto la sua funzione. Ma il concetto di itinerario è in realtà molto più vasto : si possono creare nuovi itinerari seguendo un tema, una tipologia di beni culturali o anche elementi legati alla produzione naturale o industriale di una regione. Un itinerario è un nuovo tipo di bene culturale allargato che collega tra loro beni culturali diversi od omogenei, creando un nuovo sistema di conoscenze. Un itinerario è comunque un processo mentale che si basa sulla individuazione di elementi esistenti o da creare, può essere perciò il risultato di un’analisi storica, ma anche di una progettazione ex-novo. L’itinerario, come strumento progettuale, consente così di avviare anche interventi concreti di salvaguardia e conservazione. (Maria Chiara Pozzana)

Tra gli Itinerari Culturali si distinguono quelli riconosciuti dal Consiglio d’Europa attraverso il programma Itinerari Culturali Europei promosso nel 1987. Infatti presupposto di questi ultimi è quello di dimostrare, attraverso percorsi trasversali rispetto allo spazio ed al tempo, come il patrimonio dei differenti paesi rappresenta la base del patrimonio culturale europeo.

Gli Itinerari Culturali sono la dimostrazione concreta dei fondamentali principi del Consiglio d’Europa: diritti umani, democrazia culturale, diversità ed identità culturale europea, dialogo interculturale, scambio ed arricchimento culturale. Il primo esempio, il Camino di Santiago di Compostela, è stata fonte di ispirazione e punto di riferimento per gli altri itinerari riconosciuti dall’IEIC – Istituto Europeo Itinerari Culturali, con sede in Lussemburgo. Web : www.culture-routes.net